Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Month

settembre 2007

Come nasce un post

Un post di Babbo Natale ormai non deve dimostrare più una fava (ora Notizie Purganti) prende forma nell’oscurità, a mia insaputa, mentre un corpo rotola semisvenuto tra le coperte, rimbalzando sul pavimento e il gatto. Oppure nasce pensato con le parole precise durante la fila alle poste, o mentre il fruttivendolo mi tiene in ostaggio raccontandomi le sue insignificanti e sovrumane cazzate. E rimane lì, a fare la fila (il post), dato che poi ovviamente me ne dimentico e deposito all’interno della cassettina un ricordino

I have some unfuckable dreams 2: la vendetta del fantasma Formaggino

Sogno un mondo dove il sesso, finalmente scevro da sovrastrutture religiose e sociali, trionfi ovunque, e uscendo di casa ci si imbatta in corpi volteggianti intenti a copulare con la massima naturalezza, o gioiosamente attorcigliati nelle vetrine dei negozi, sulle batmobili, appesi ai rami. Sogno un universo nel quale gli escrementi di piccione durante il volo si trasformino magicamente in prelibato mana al gianduiotto, o, se presi in pieno volto, facciano acquistare preziosi punti karma, utilizzabili per

Caro blogghe…

Among the living

Dichiarare dove uno è stato l’XI settembre, chiederlo ossessivamente, compulsivamente. I giornali lo vogliono risapere, e poi sapere ancora, e ancora oggi fior d’inchieste, televoto siti internet megasondaggi. Gli opinionisti in TV su piedistalli altissimi sedicenti, interrogano, cosa non stava facendo uno, perché lo stava non facendo e con chi. Intellettuali. Ma soprattutto, su chi. Sembrava quasi che ci fosse bisogno di un alibi, di prendere le distanze una buona volta dalle dichiarazioni inopportune del

© 2017 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑