Spegnete YouPorn e accendete Tania: vi salverà dalla masturbazione

Random,Sesso,Video,Web e dintorni | defecAutore: | October 9th | 31 sostenitori di Mastella

40.000 blow jobs in cambio di voti: come dimenticare l’oscena promessa dell’aspirante senatrice belga Tania Derveaux? Ora è tornata per guidare le masse fuori dal tunnel senza uscita di YouPorn. Ogni suo video viene visto da centinaia di migliaia di famelici falegnami.

L’NEE è un giovane partito situazionista di Antwerpen che dal 2005 non fa altro che protestare contro tutto e tutti (il suo nome infatti significa “no” in olandese), roba che in confronto Caruso e Pecoraro Scanio sono dei dilettanti, youporn-like-girlinsomma. Per alzare le sorti (e non solo quelle… ahem) della piccola formazione politica, i suoi dirigenti hanno avuto la bella pensata di puntare tutto su una giovane e disinibita gnocca, candidandola nel giugno 2007 al Senato e facendole promettere al popolo ciò che nemmeno Berlusconi e Veltroni hanno mai osato. Anche perché se lo facessero probabilmente perderebbero tutte le elezioni, per sempre. Ok, inizialmente decine di migliaia avrebbero dovuto essere i normali posti di lavoro (e non i pompini) da erogare… Ma si sa, dal job al blowjob il passo è meno lungo di quanto potrebbe sembrare (e da YouTube a YouPorn forse pure, ahem).

IL PELO NON TIRA PIÙ? – A giudicare dal risultato delle urne (solo un minuscolo 0,18% delle preferenze per l’NEE, accompagnato come se non bastasse da una robusta svolta cristiano democratica) le vendite di fumo più tradizionali riscuotono ancora maggior successo, ma tant’è. Per dimenticare la disfatta elettorale, fu quindi organizzata una nobile campagna chiamata “Don’t stay a Virgin” in difesa della neutralità della rete. Per far sì, cioè, che chiunque, dal magnate cagasoldi al più pezzente dei blogger, possa diffondere qualsiasi tipo di contenuto, senza razzismi dovuti alla penuria di banda, ecc. In palio, manco a dirlo, una sana trombata con Tania, sempre che si fosse riusciti a dimostrare la propria verginità, la bontà delle iniziative intraprese e, soprattutto, a sopravvivere alla salva di clausole in dipietrese.

UNA CURA IN COMODE PUNTATE DA DUE/TRE MINUTI L’UNA – L’estroversa fanciulla non è quindi finita nell’enorme buco nero del dimenticatoio che inghiotte le meteore pigre sprovviste di fantasia, ma ha trovato il modo di sfruttare furbescamente la rete per incrementare la sua popolarità, ergendosi a benefattrice dell’umanità. Tania si è messa in testa di curare una volta per tutte le insicurezze di miliardi di ominidi brufolosi dall’alito pesante, ormai in grado di relazionarsi all’altro sesso solo attraverso la comoda sicurezza erettile garantita da YouPorn. Grazie a uno strumento portentosissimo quale i video diffusi via internet — che le permettono fra le altre cose di mostrare il suo bellissimo paio di, ehm, “occhi” castani — la giovine fornisce suggerimenti e spiega come eseguire una serie di “esercizi” atti a incrementare smisuratamente fiducia e autostima, doti a quanto pare (chi l’avrebbe mai detto?) irrinunciabili per sferrare l’attacco decisivo e sconfiggere youporn quel grave male morale conosciuto come masturbazione; trovando altresì un alloggio sufficientemente sicuro ed ecumenico a godzilliardi di spermatozoi orfani, altrimenti destinati a terminare la loro brulla esistenza su di un anonimo Kleenex, anziché nella loro calda e accogliente collocazione naturale (cioè il goldone).

Nulla di particolarmente innovativo, in pratica propone al bipede maschile di recitare ipocritamente dei copioni risaputi pur di compiacere le istanze, vere o presunte, degli oramai esigentissimi e ultrasicuri esemplari — perennemente in carriera — dell’altro sesso. Uno sguardo non esitante e ben saldo nelle pupille della preda da accalappiare (e non sull’eventuale mercanzia fieramente esposta un po’ più in basso, mi raccomando) aiuta non poco. Così come un’emissione vocale calda, virile e baritonale (o perlomeno ben distante da quella di Mario Giordano), proprio come la tradizione insegna, adeguatamente preparata tramite qualche profondo respiro refrigerante. Continua a leggere >>

                

31 convinti sostenitori di Clemente Mastella

  1. October 9, 2008 at 10:29 am
    emerson
  2. October 9, 2008 at 11:26 am
    paz83
  3. October 9, 2008 at 2:21 pm
    Oloffur Igyool
  4. October 9, 2008 at 2:56 pm
    Maggie C.
  5. October 9, 2008 at 3:03 pm
    Oloffur Igyool
  6. October 9, 2008 at 4:55 pm
    Maggie C.
  7. October 9, 2008 at 5:00 pm
    Oloffur Igyool
  8. October 9, 2008 at 5:05 pm
    FrancesGlass
  9. October 9, 2008 at 5:17 pm
    Oloffur Igyool
  10. October 9, 2008 at 5:39 pm
    Maggie C.
  11. October 9, 2008 at 6:02 pm
    Oloffur Igyool
  12. October 9, 2008 at 9:02 pm
    lamb-O
  13. October 9, 2008 at 9:45 pm
    Oloffur Igyool
  14. October 10, 2008 at 1:14 am
    Lollodj
  15. October 10, 2008 at 11:10 am
    flo
  16. October 10, 2008 at 11:11 am
    flo
  17. October 10, 2008 at 11:14 am
    Oloffur Igyool
  18. October 10, 2008 at 3:38 pm
    cherry
  19. October 10, 2008 at 3:43 pm
    Oloffur Igyool
  20. October 13, 2008 at 2:18 pm
    madmac
  21. October 13, 2008 at 10:31 pm
    Oloffur Igyool
  22. February 21, 2009 at 8:33 pm
    justfrank
  23. November 15, 2009 at 10:17 pm
    Working Class Pride
  24. July 20, 2010 at 8:11 pm
    petalouda
  25. August 27, 2010 at 3:39 pm
    Chiara
  26. October 15, 2010 at 2:37 pm
    Anonymous
  27. December 7, 2010 at 1:07 am
    Anonymous
  28. December 19, 2010 at 5:31 am
    zinguru
  29. December 19, 2010 at 5:31 am
    zinguru
  30. December 19, 2010 at 7:54 pm
    Anonymous
  31. December 19, 2010 at 7:57 pm
    domi