Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Month

marzo 2009

Sesso sui banchi di scuola, why not?

Sesso a scuola

Sono moderatamente contrario all’impalamento non vasellinizzato in pubblica piazza della maestrina di scienze che, sprezzante di ogni pericolo, ha intrattenuto i suoi giovanissimi alunni discettando (su richiesta) di manette, frustini, sesso anale e quant’altro. Un po’ perché la figura del genitore che, rapito da interessi ben più nobili (quali pedicure, amanti, partite scapoli versus ammogliati, ecc.) si dimentica dell’esistenza dei pargoli appena sfornati per tutta la settimana — salvo poi trovare il

Desaparecidos polacchi nelle Puglie (falla girareeeeee)

Desaparecidos polacchi Puglia

Ricevo e spammo con bollore. Non è assolutamente una bufala, sfido Attivissimo e il mio fidato rivenditore personale di latticini campani a dimostrare il contrario. Più di 116 (no, dico, centosedici) polacchi risultano attualmente, puff!, svaniti nel nulla: fra il 2000 e il 2006 sono venuti in Italia pensando ingenuamente di farsi il mazzo tanto come umili braccianti, ma nessuno è più riuscito a giocare a rubamazzetto con loro. Probabilmente saranno stati assassinati dai loro aguzzini, proprietari di aziende agricole pugliesi

Enter computer mode and type obscenities

Tau Ceti

Venivo dalla delusione di Empire!, pompato da British Telecom come il seguito di Elite, ma che assomigliava in realtà a una versione di Asteroids senza limiti certi. Tau Ceti, invece, offriva spazi probabilmente meno estesi — chi può saperlo, quando pianure elettroniche si susseguono invariate per interi pomeriggi — sicuramente estremi e solitari. Apprezzo particolarmente l’immersione in quei mondi notturni densi d’atmosfera che non sarei mai stato in grado di concepire, perché troppo estranei.

Il decesso di AN: come reagirà l’elettorato a questo funesto e imprevedibile evento?

Frustino Sexy

Alleanza Nazionale è svanita nel preciso istante in cui Silvio ha annunciato che se l’era comprata per un piatto di lenticchie la nascita del PdL. Questo scioglimento nell’acido è un formalismo residuale del quale al cittadino più o meno centrodestrorso non frega un cazzo di nulla, un’ulteriore, barocca occasione per Gianfranco di sfoggiare al mondo quant’è buonobravoecicciobbello, al massimo tutto ciò potrà appassionare il fegato di qualche aficionado col braccio turgido delle sezioni. Ma niente di più.

Internet anche al WC: il futuro dell’editoria

Internet al gabinetto

Oggi voglio rivelarti un segreto, un segreto abnorme. La carta stampata è in crisi nera. Meglio così. Verranno uccisi molti meno alberi, e a me gli alberi piacciono taaaaaanto. Soprattutto in fotografia. Si consumerà però un sacco di energia elettrica in più per sfamare i poveri computer negri di tutto il mondo che verranno usati insaziabilmente dalla gente sull’autobus, al cesso e anche nei bar allo scopo di apprendere le notizie, visto che la carta fa schifo e a detta degli analisti interna(u)ti non serve più e nessuno

La casta dei deficienti culattoni raccomandati tuttologi

Pene piccolo

Un altro degli aspetti più perniciosi dello star system ballerino è dato dal nepotismo dilagante e imperante, nonché dall’iperattività forzata e invadente dei cooptati. Se uno diventa famoso come imitatore, prestigiatore o porn’attore, o anche soltanto per aver sterminato i vicini di casa a pisellate, dopo aver perso mani e piedi e sparachiodi nel corso del conflitto e quindi con il solo, particolarmente abile ed efficiente uso dell’Erettissimo, perché esasperato da anni di Giggidalessio a tutto volume senza pietà, bene

Intervista a TKAlex

Tizia goduriosa

Fin da piccolo, mi è sempre piaciuto intervistare ggente di tutti i tipi, i colori, le estrazioni sociali, mettendo a rischio in alcuni casi la mia incolumità. Il motivo? Boh, ma sostanzialmente penso che, nonostante ciò che si dice in giro, l’umanità abbia un sacco di robe interessanti da raccontare. Ora che ho a mia disposizione addirittura un intero blogghe, mi sono detto: perché non riprendere a coltivare questa insana abitudine? L’onere della prima intervista spetta nientepopodimeno che a uno dei più promettenti musicisti

Mi piace sentire Pannella che vaneggia psichedelicamente cazzate per ore e ore

Money Dog

intramezzato ogni tanto dal frastuono dei “lavori” parlamentari. Stavo dicendo, ieri, mentre facevo le pulizie con tanto di Radio Radicale accesa a tutto volume, ho seguito le nuove, eccitanti prove tecniche d’inciucio tra i due PD ellemuniti o meno. Gli enti locali, diciamocelo, sono con le pezze arculo per via della fantastica e supersonica cancellazione dell’ICI ed è stata approvata la mozione di Franceschini (che ieri sera a Ballarò ha trovato anche il tempo per umiliare pesantemente il neurone di Gasparri)

È giusto che un troll strapagato possa fomentare impunemente la viulenza fuori dagli stadi?

Fallo

Si tratta del quesito che, ormai da mesi, tiene in ostaggio il dibattito del lunedì mattina all’interno degli uffici pubblici più faccialibrosi. È d’uopo che un ambiente così soporifero e primitivo venga improvvisamente terremotato da un esaltato che, per puro esibizionismo — anziché aprirsi un blog sotto falso nick per foraggiare aristocraticamente il proprio illimitato ego — approfitti della notorietà, di un livello culturale superiore alla media del suo habitat (non che ci voglia molto, pure il mio pene è meno ignorante

Oltre il burberificio

Clint Eastwood

I vicini di casa sono il nemico. I musi gialli neri verdi bianchi blu a pallettoni sono il nemico. Il passato è il grande nemico-amico farcito di medaglie e di sorprese. I grandi ombelichi avanzano spudoratamente, scoperti, insieme al risentimento anticoreano, e la chiesa col passare degli anni è sempre più impotente, lucidatissimamente ferma in garage come le macchine d’epoca che sfrecciano nella rimessa o in giardino, baciate dal sole. L’impotenza è nulla senza il controllo del territorio che è sempre

Velopenduli sottratti alla pornicultura

Lollipop

Artura, Agilulfa, Ermenegilda, Crocifissa e Maria Stronza (non ho voglia di cercare i nomi veri) furono le vincitrici di Pop Star nel 2001, una delle trasmissioni più loffie, diseducative e dimenticabili di tutti i templi. Ciò conferì alle suddette poveracce l’insano diritto di avere fior fior di produttoroni, visagisti, titillatori di capezzoli e ghost writer palestratissimi ai loro piedi. Allo scopo di adagiare sugli scaffali l’ennesimo compact disco del quale le tredicenni di tutto il globo sentivano fortemente il bisogno (un po’ come

Causa Crisi

Indesit

Non ho seguito molto ultimamente, ma a naso mi pare che il motivo del contendere tra i blogger più impegnati a masturbarsi sia la crisi. Silvietto la nasconde abilmente sotto il mediasetappeto, e sempre più sotto il raitappeto (inciucione a babordo). Mentre Obama urla e si contorce carismaticamente di dolor ogni volta che un cuoco del McDonald perde ineluttabilmente il posto di lavoro venendo riciclato in ben più socialmente utili hamburger. Silvione costringe astutamente la gente a

L’infame dittatura dei personaggi pubici

Uno dei più grossi e fastidiosi limiti della comunicazione interpersonale tra le genti che non si conoscono se non, per esempio, tramite un tubo che potrebbe anche esplodere catodicamente da un momento all’altro causando morti e feriti in eurovisione è rappresentato, se ci pensi bene, dal dover parlare in continuazione e per forza di persone e personaggi che hanno già acquisito per un qualche stracazzo di motivo spesso del cazzo una chiara popolarità. Ciò permette di stabilire istantaneamente

© 2017 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑