Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Month

settembre 2011

Non sono morti, dai

Andare da Scilipoti per chiedergli se conosce Standard & Poor’s è come recarsi dal macellaio e domandargli il rimedio vincente contro la cellulite o come catturare lo sporco in mezzo alle dita dei piedi per porgli spinosi quesiti sulla fenomenologia dello spirito. La Grecia rischia di fare la fine dell’Italia. Le agenzie di rating si sciolgono, Google+ cambia allenatore, i R.E.M. rinnovano il news feed, Facebook si apre al pubblico, l’Inter declassa il debito, Silvio tromba. Se Minzolini avesse

Fuco's

Fuco Ueda

Ragazzine inspiegabili fatte con lo stampino. Indaffarate in attività apparentemente illogiche. Comunque prive di qualsiasi surreale utilità. O alle prese con pietanze che nemmeno Bear Grylls oserebbe assaggiare (anzi, sarebbe lui con tutta probabilità a venire fagocitato in eurovisione). Fanciulle in gabbia, sfinite, costrette. Umiliate, ferite gravemente, morte di noia. Si agitano in ambienti malsani, in ogni caso lontanissimi dall’igiene abbacinante dei nostri spot. Donnine minime, senza ali, sicure di sé ma

Uebb reputescion

Web reputation

Sono così preoccupato di quello che i miei figli penseranno di come mi comporto sul web che credo ora posterò una dozzina di porconi da antologia, qualche foto di enormi peni e clitoridi, diffamerò un po’ di aziende omeopatiche a caso, e poi mi farò un panino al formaggio coi sottaceti. Se fossi sindaco di Roma lascerei la statua di GP 2 a Stazione Termini ma al suo fianco ne farei erigere una a Pedobear nella stessa postura. Il concept che prevede delle squadre composte da un numero variabile di giocatori indaffarati

© 2017 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑