Categoria Politica, società, attualità, ecc.

«E allora perché non parti e vai a combattere insieme a loro?»

Copincollo un mio post spammato sui social. Oggi parliamo di quelli che ripetono incessantemente «e allora perché non vai tu a combattere insieme a loro?» [1][2] e poi schiumano rabbia contro Giulia Schiff – una che appunto li ha presi… Continua a leggere →

Bobrovsky a Otto e mezzo. Lo sporco gioco di La7 tra intrattenimento spacciato per informazione e propaganda filorussa “camuffata”

Su LaZ è stato ieri dato spazio ad Alexey Bobrovsky, un giornalista direttamente stipendiato da Putin (particolare mai esplicitato durante la trasmissione). Costui è stato fatto parlare a ruota libera e ha sostenuto che la Russia non ha mosso guerra… Continua a leggere →

Will Smith ha sbagliato. Ad ammollargliene solo uno (contiene considerazioni su politicamente corretto, libertà di espressione, ecc.)

(Premesso – sennò non ci si capisce – che non gli ha svitato la capoccia a sganassoni, come parrebbe leggendo alcuni analisi, ma sì e no lo tocca, tant’è che molti parlano di simulazione e gesto concordato, e a stento… Continua a leggere →

L’inversione della responsabilità dell’invasione: Zelens’kyj guerrafondaio criminale pezzodemme’, i tuoi nefasti ospedali pediatrici stanno danneggiando le bombe innocenti del povero Putin

«C’è un elemento rispetto al quale Putin sta purtroppo avendo la meglio. Ed è il fatto che, in un’ampia fetta della popolazione, sussistono dei dubbi reali su quale Paese sia responsabile del conflitto. È un fatto semplicemente sconvolgente, e preoccupante»… Continua a leggere →

Sull’invasione russa dell’Ucraina, post in continua espansione, come l’Universo (era: Il pezzo di Portelli – in risposta a quello di Manconi – per chi non ha tempo)

Sintesi del suddetto articolo: gli ucraini non sono comunisti quindi del loro strano e incomprensibile desiderio di non sottomettersi a una dittatura demmerda non ce ne fotte un cazzo. (Aggiungere capziosità circensi a piacere ed effetti speciali pseudocolti quanto basta… Continua a leggere →

Vennero a prendere gli ucraini

Illia Ponomarenko: «Just try and realize this. Russia today dropped a 1000-kilogram air bomb in downtown Mariupol. In a location between a hospital and birthing centre. Just because it can».Vennero a prendere gli ucraini senza che gli avessimo dato armi… Continua a leggere →

Liceo Righi, Salaria, dress code e concezione anacronistica e affliggente della scuola, ma non solo (sul come l’analisi della società e della sua evoluzione, o involuzione, passi necessariamente anche attraverso l’osservazione del dibattito pubblico meno aulico su singoli episodi)

(I penultimi, incresciosi sviluppi). Mi ero ripromesso di dare un’impostazione diversa al blog evitando accuratamente il commento del singolo fatto del momento assurto a oggetto di discussione sul web (per pochi giorni, per poi finire regolarmente dritto nel dimenticatoio, soppiantato… Continua a leggere →

Sulla petizione degli intellettuali contro lo schwa

Premesso che in questa fase della mia vita anche solo rischiare di offendere donne o minoranze bistrattate è l’ultima cosa che vorrei: voi fate come vi pare ma ultimamente è qualcosa che mi fa star male al solo pensiero –… Continua a leggere →

Su invidia sociale, meritocrazia e “familismo amorale” in Italia e nei media (contiene: Feltri vs Boldrini)

Uno dei problemi del nostro Paese – ma direi dell’attuale e tanto odiato sistema capitalistico – è il mancato funzionamento, in troppi casi e àmbiti, del fantomatico ascensore sociale e il montare incontrollato dell’invidia (sociale pure essa) connessa anche a… Continua a leggere →

Comunicazione social dei partiti politici e (ab)uso dei meme: il caso di +Europa e di Salvini che citofona

Premesso che giudico a dir poco turpe, indecente e “democraticamente al limite” l’episodio che ha originato tutto ciò, così come il codazzo sghignazzante dei giornalisti al seguito [1]. Il meme di +Europa oggetto di questo post è solo un episodio,… Continua a leggere →

Sardine (contiene considerazioni su piazze e gentismi vari ai nostri tempi)

Le cose non condivisibili che le sardine dicono, come «la violenza verbale va equiparata a quella fisica», sono bestialità (magari non siete in grado di capire il perché, ma fidatevi, lo sono). Anzi: «pretendiamo che» (giusto nell’ottica di abbassare i… Continua a leggere →

La banana di Cattelan. Sull’arte e la sua evoluzione

In questo specifico caso trovo poco interessante la performance (sì, dopo anni di carriera si è guadagnato la, yawn, possibilità di attaccare la, zzz, banana al muro, bravo). Sinceramente molte di queste cose mi sembrano microvariazioni prevedibili di provocazioni più… Continua a leggere →

Come vincere 209 milioni al SuperEnalotto e vivere felici

Non so quale ricerca (c’è sempre una ricerca su qualsiasi cosa) dice che ‘sti megavincitori manco realizzano di aver vinto che subito si mettono di buzzo buono a bruciare soldi col lanciafiamme preso da Amazon e dopo due anni sono… Continua a leggere →

Non uscite nelle ore più calde, bevete tanto, mangiate molta frutta ed evitate di fissare a lungo foto di Aldo Moro tutto imbacuccato sulla spiaggia

La DC in qualche modo era la “destra” dell’epoca, visto che da quella parte più all’estremo c’era solo il MSI fisso a percentuali basse. E foto come quella che è stata condivisissima sui social nei giorni scorsi (per contrapporla all’immagine… Continua a leggere →

Scalfarotto, Gozi e tafferugli nel piddì

Io me li vedo quelli del PD che si riuniscono in gran segreto. «Maledizione, stiamo crescendo nei sondaggi mentre il M5S cala e il governo appare sempre più diviso, la tattica di Zingaretti di fingersi morto incredibilmente sta funzionando. Così… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2022 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑