Categoria Politica, società, attualità, ecc.

L’economia (scaruffiana) del dono. Ovvero del come i robot che ci hanno rubato il lavoro se lo vedranno a loro volta ciulato da YouTube e Instagram

Nel corso di una discussione sui social qualcuno ha segnalato questa pagina di Scaruffi additandola a lettura più o meno definitiva del mondo del lavoro e dell’economia nella confusa realtà attuale. Mi è sembrato uno spunto sufficientemente interessante da provare… Continua a leggere →

Il Maestro, aka Domenico Bini

YouTube, croce e delizia: sono solito dirne cose turche, soprattutto con riferimento al pozzo nero senza fondo dei commenti (e vabbè, sul web è raro trovare oasi di decenza in questo senso) e relativamente agli infiniti video che fanno “mappazza”… Continua a leggere →

Sull’indipendentismo catalano (versione 2.0)

Mi rendo conto della potenza e della presa sulle menti dell’immagine della vecchina portata di peso che tanto sta riscuotendo successo in giro. Ma magari la (geo)politica non può limitarsi agli aspetti più emozionali. Il punto fondamentale per me è… Continua a leggere →

I meme

I meme con gente famosa spacciata per altro e l’invito a condividere facevano ridere (molto) quando li faceva Siamo la gente, il potere ci temono, ma eravamo tipo nel 2012, ora purtroppo dovete sapere siamo nel 2017, cinque anni in… Continua a leggere →

Su Mentana, Burioni e il blastaggio

Commento lasciato in giro. Mentana ha un sacco di difetti, paraculo, cerchiobottista, caduto dal pero, gallo che canta in coppa alla monnezza, ecc., ma obiettivamente è anche una delle migliori teste in circolazione. Il “blastare”, sui social, per come sono… Continua a leggere →

Ministra o ministro?

(Commento deposto nei paraggi di una condivisione di questo post). Il tizio che mette il cartello “pediatro” è [inserire epiteto], così come è [altro epiteto, più pesante] chi considera la (oh, scusate, è brutto non mettere l’articolo, suona male) Boldrini… Continua a leggere →

Report e la Coca-Cola, Facci e la fragilità della democrazia nell’era del giornalismo assente o complice

È fantastica la loro logica. Il governo Monti, per fare cassa, mette allo studio l’ennesima tassa del cavolo (peraltro presente in varie forme in non molti Paesi al mondo, tipo Barbados, Fiji, Tonga, Mauritius, Samoa, Nauru, Messico, un po’ di… Continua a leggere →

E allora il PD?

I recenti sondaggi mostrano una nuova crescita del M5S, diventato primo partito anche grazie alla scissione e alle baruffe nel PD. Si potrà dire che ormai i sondaggi hanno perso qualsiasi affidabilità e non vadano nemmeno guardati (ci sono dei… Continua a leggere →

Strage di Berlino, Anis Amri e dintorni

Un paio di commenti lasciati in giro. Il primo riguarda quest’articolo (vabbè, è Il Giornale, con tutto ciò che ne consegue e che è superfluo sottolineare, sta giusto un gradino sopra al suo quasi omonimo Il Giomale, dispensatore di fake… Continua a leggere →

Quindi, alla fine, dopo tante discussioni

Quale delle seguenti opzioni rispecchia il tuo pensiero sul caso della ministra Fedeli? 1) Il suo titolo è chiaramente equiparabile ad almeno una laurea quinquennale vecchio ordinamento con master a Oxford, PhD all’Allahabad University e dottorato di ricerca in Scienze… Continua a leggere →

Complottismi e tendenza a minimizzare

Mi sembra piuttosto diffusa (ovviamente il discorso vale anche per le bufale, perché poi spesso la differenza è a mio avviso sottile; può capitare di scambiare per vera una notizia inventata, ma quando ciò avviene sistematicamente è per forma mentis)…. Continua a leggere →

Gilioli per chi non ha tempo, Volume (boh) 1

Facebook (edit: rimosso il thread dopo qualche ora) [1] Piovono Rane “Skantalohhh, un karabiniere ha investito unaaaah, ma stavolta non ci fregherete, io ho visto tutto, IO!1” (Sottotesto: sbirri merda, ma quanto sono ganzo?). “Ma si sono fermati a soccorrere?” . “Sì…”…. Continua a leggere →

Charlie Hebdo e i terremotati

La vignetta di spiegazioni non aggiunge molto alla prima: che volevate che dicessero, “stiamo perculando i morti”? Ovvio che ci fosse dietro un senso di quel genere (almeno ufficialmente, poi in realtà magari è solo voglia di fare casino saltando… Continua a leggere →

La dinamica dei fatti sicuramente andrà ricostruita

Per come la vedo io, se stai passeggiando tranquillamente per la città e un noto bullo conclamato con precedenti per aggressione, rissa e Daspo vari dà della scimmia a tua moglie, dello sporco negro a te e magari ti lancia… Continua a leggere →

Brexit, commenti e oclocrazia

Non ho ancora capito se siano peggio quelli che “gli elettori hanno sempre ragione!1” (così, sulla fiducia, perché sono milioni di milioni e quindi, come le mosche, non possono sbagliare, e poi salire sul carro del vincitore è sempre un… Continua a leggere →

« Articoli precedenti Articoli seguenti »

© 2020 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑