Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Category

Sport

Östersunds Fotbollsklubb: dalla Svezia una nuova, possente realtà

Nella foto, l’allenatore Graham Potter intento a preparare il cruciale match contro il Galatasaray illustrando il concetto di sfruttamento della struttura quadridimensionale degli half-space, la Bizona e il Tutto ad alcuni suoi recalcitranti allievi.   Nel momento in cui scrivo… Continue Reading →

La mentalità vincente nello sport: esiste davvero o è tutta fuffa da esaltati?

Interessanti queste dichiarazioni di Leonardo – uno che i campi li ha calcati e qualcosa ha vinto, poi si tratta di uno dei pochi giocatori ai quali non era applicabile un famoso adagio di Boskov – relativamente all’ennesimo secondo posto… Continue Reading →

Calcio europeo: il punto su Liga, Eredivisie e Prva HNL

Situazione nei Paesi Bassi a quattro dalla fine: il vantaggio del Feyenoord (potrebbe vincere il suo primo campionato dal ’99) si è ridotto a un solo punticino, e ora l’Ajax è in condizione di rifarsi dopo il suicidio cúperiano dell’anno scorso, mentre… Continue Reading →

Hitler e la pallamano

Il termine “pallamano” pronunciato sull’italico suolo suscita badilate di inevitabile stupore misto a sguaiata ilarità. Pochi hanno minimamente presenti le dinamiche di tale disciplina (altrove la situazione è ben differente, si pensi alle recenti uscite del modernizzatore Van Basten), non… Continue Reading →

Buffon e Scansopoli

Dal foro: “Eh, sì. Si scansano tutte. Mica perdono perché metà di esse sono squadre indegne” (commento da juventino tipico che al 12′ del primo tempo della partita col Chievo già stava postando “Avete visto? Non si scansano!1” su Twitter)…. Continue Reading →

Calcio in Estonia, prima di sicuramente svariate parti

Il calcio estone è uno dei più strambi e scriteriati in circolazione, e perciò lo amo: partite ufficiali che finiscono 36-0, stabilendo nuovi record, formula della coppa nazionale che facilita irragionevolmente il percorso a formazioni di scapoli e ammogliati che… Continue Reading →

Italia-Germania

La partita di ieri è stata per certi versi epica, soprattutto perché ha avuto il merito di contenere al suo interno la lotteria rigoristica più memorabile di sempre (se tifate Italia, perlomeno), prima sembravamo decisamente spacciati noi, poi semispacciati loro,… Continue Reading →

Doping nello sport: liberalizzazione, epica e salute

Da alcuni commenti che ho disseminato in giro: «Secondo me l’iperbole del superallenamento paragonato al doping (farebbe male e sarebbe dopante anche quello, si dice spesso in queste discussioni) non è efficace. Lo sport è, anche, eroismo, soprattutto in alcuni casi (ciclismo,… Continue Reading →

Europei, nazionalismi e pesantezza stolida

Uno dei tormentoni più prevedibili quando ci sono questi grandi eventi sportivi è gentilmente offerto da quelli che se ne lamentano senza sosta, non se ne dovrebbe parlare, è un argomento troppo triviale, come osate disturbarci con tutta questa bassa… Continue Reading →

Tiri di rigore prima dei supplementari? Uai not

Gli Europei si avvicinano minacciosamente e da qualche parte nel mondo è riemersa quella buffa proposta, che ogni tanto riciccia su, di far battere i rigori prima dello svolgimento dei tempi supplementari (credo ne esistano anche delle varianti, tipo farli calciare addirittura… Continue Reading →

Ventura CT della Nazionale

Sembra ormai ineluttabile. Facile intuire i motivi di questa scelta: Tavecchio è avanti con l’età (non tanto anagraficamente, ma proprio per quello che purtroppo si ritrova dentro quella capoccia), pertanto, dovendo risparmiare, è piuttosto ovvio che punti su quello che… Continue Reading →

Calcio in Lituania: una nuova, palpitante avventura

In Lituania il calcio probabilmente non è lo sport principale, la pallacanestro va più forte, hanno un sacco di giocatori alti e grossi e ci hanno sbattuto fuori a sorpresa dall’Europeo. Per questo motivo, mentre la sezione basket del Real… Continue Reading →

L’Inter alla fine è un Atletico Madrid che non ce l’ha fatta

Il citazionismo/name-dropping furibondo è fondamentalmente insicurezza in se stessi. “Come diceva (purtroppo inascoltato) Karl von Frisch nei suoi saggi relativi allo studio delle percezioni sensoriali delle api, ormai le mezze stagioni tendono vieppiù a scomparire. Anche Aristides Agramonte era dello… Continue Reading →

2010 FIFA World Cup – South Africa (Xbox 360)

Le mie dita, i miei polpastrelli avvertono l’urgente bisogno di un gioco calcistico di produzione recente (recente uguale gli ultimi quindici anni), mi vedo costretto da agenti esterni a riesumare l’Xbox, tanto lo so che al quindicesimo gol preso da… Continue Reading →

© 2017 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑