I meme con gente famosa spacciata per altro e l’invito a condividere facevano ridere (molto) quando li faceva Siamo la gente, il potere ci temono, ma eravamo tipo nel 2012, ora purtroppo dovete sapere siamo nel 2017, cinque anni in questo magico mondo equivalgono a intere ere geologiche. Continuare a condividere questi “inside joke” oggi è discutibile: da una parte fanno (molto) meno ridere di una volta, per ovvi motivi, siete un po’ come il nonno che racconta sempre lo stesso, refrigerante aneddoto del quindicidiciotto beandosi di essere sul pezzo; dall’altra tocca sorbirsi tutti quelli che fanno i sostenuti, i pesantoni, e se ne lamentano col sopracciglio alzato e con pipponi moralisti vari (“Magic Johnson? Ma su, ma chi vuoi che lo conosca? Io stesso è la prima volta che lo sento nominare. E le frasi finte attribuite scherzosamente a Pertini per perculare quelli che gli attribuiscono seriamente altre frasi altrettanto finte? Perché un giovane millennial di Torpignattara che non lo ha vissuto e che è stato bullizzato a scuola dovrebbe sapere chi è? Non vi fate un po’ schifo a pretenderlo, eh? E perché a un umile operatore di call center si richiedono doti da agile fisionomista per scorgere nel volto di Mohamed Allahu Akbar dell’immaginetta ironica quel Simone Zaza contro il quale il giorno prima aveva inveito scompostamente, scagliando oggetti contundenti verso la TV? Non vi accorgete di quanto sia subdolamente classista e irrispettosa questa operazione? Ma veramente ora si chiede a un poveretto con solo la laurea in Scienze della Comunicazione di farsi venire in mente che una giovane attrice e modella americana potrebbe forse anche non essere la sorella gemella raccomandata della Boldrini che ha ammesso candidamente di essersi intascata fantastiliardi di tangenti in gettoni d’oro, e quindi dovrebbe rifletterci su qualche istante prima di spammare a tutto Caps Lock sulla bacheca di tutti i suoi quattromilanovecentocinquantotto contatti e di darsi fuoco nudo davanti a Mattarella? Che opportunità pensate che la vita abbia dato a costui? Chi vi credete di essere, la principessa sul pisello? Bla bla”).

Quindi, per concludere, smettete di condividere ‘sti cazzo di meme, qualsiasi intenzione e orientamento politico abbiate, o vengo a casa vostra e vi fratturo le ditine.