Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Page 3 of 48

Calcio europeo: il punto su Liga, Eredivisie e Prva HNL

Situazione nei Paesi Bassi a quattro dalla fine: il vantaggio del Feyenoord (potrebbe vincere il suo primo campionato dal ’99) si è ridotto a un solo punticino, e ora l’Ajax è in condizione di rifarsi dopo il suicidio cúperiano dell’anno scorso, mentre… Continue Reading →

Ministra o ministro?

(Commento deposto nei paraggi di una condivisione di questo post). Il tizio che mette il cartello “pediatro” è [inserire epiteto], così come è [altro epiteto, più pesante] chi considera la (oh, scusate, è brutto non mettere l’articolo, suona male) Boldrini… Continue Reading →

Snokie

Snokie, nella sua spartana ingenuità, è tra i titoli più immediatamente soddisfacenti della prima era del C64 (ma esiste anche per Atari 8-bit, le due versioni sembrano quasi combacianti). Mi pare evidente lo sforzo degli autori di sfornare un prodotto che… Continue Reading →

Report e la Coca-Cola, Facci e la fragilità della democrazia nell’era del giornalismo assente o complice

È fantastica la loro logica. Il governo Monti, per fare cassa, mette allo studio l’ennesima tassa del cavolo (peraltro presente in varie forme in non molti Paesi al mondo, tipo Barbados, Fiji, Tonga, Mauritius, Samoa, Nauru, Messico, un po’ di… Continue Reading →

E allora il PD?

I recenti sondaggi mostrano una nuova crescita del M5S, diventato primo partito anche grazie alla scissione e alle baruffe nel PD. Si potrà dire che ormai i sondaggi hanno perso qualsiasi affidabilità e non vadano nemmeno guardati (ci sono dei… Continue Reading →

Jack London – Il tallone di ferro

L’unico motivo per il quale sto scrivendo questa cosa al buio di domenica sera mentre gli antifurti di tutto il viale ululano appassionatamente in coro è l’attuale, apparentemente definitiva, mancanza di corrente elettrica, che mi spinge a cercare primitive forme… Continue Reading →

Hitler e la pallamano

Il termine “pallamano” pronunciato sull’italico suolo suscita badilate di inevitabile stupore misto a sguaiata ilarità. Pochi hanno minimamente presenti le dinamiche di tale disciplina (altrove la situazione è ben differente, si pensi alle recenti uscite del modernizzatore Van Basten), non… Continue Reading →

Trumans Water – Spasm Smash XXXOXOX Ox & Ass

I Trumans Water sono tra i pochi gruppi ad aver creato solo casino disorganizzato in grado di godere delle mie morigerate simpatie, sarà perché ero giovane e ci andavo a correre al Parco degli Acquedotti, quindi sembrava bello tutto, ricordo… Continue Reading →

Nana (anime)

Il mondo dei manga è semplice, un autore (o un’autrice) comincia una storia, abilità nel disegno pari a quella di un bambino dell’asilo cieco, senza mani, senza talento, la storia ha un successo strepitoso, i fan scalpitano sotto casa perché… Continue Reading →

Pranzo alle otto

Il cast è ai massimi livelli possibili e immaginabili e fu un grande successo nel suo descrivere la depressione economica alla quale segue quasi inevitabilmente, come tutti ben sappiamo, quella umana, con le storie parallele che pian piano convergono in… Continue Reading →

Get Star

Get Star/Guardian è un arcade a scorrimento tendente al picchiaduro molto diretto e senza fronzoli, fatico perfino a trovarne un video in giro, quindi è probabile che paghi il suo essere orgogliosamente grezzo e di modeste pretese. La sua nascita… Continue Reading →

The Walking Dead (terza, quarta e quinta stagione)

The Walking Dead sembra una serie condannata alla continua e affannosa ricerca del cambiamento, per contrastare la sua natura altrimenti statica di invariabile carneficina e di troppo smaccata metaforona (gli zombie siamo noi, ecc.). I personaggi vengono maciullati e sacrificati… Continue Reading →

King’s X – Faith Hope Love

Tutti i critici e gli intenditori sostengono che i King’s X avrebbero meritato molto di più in carriera, ma guardiamo in faccia la realtà, se proponi un balzano mix tra Neri per caso (basta co’ ‘sti Beatles), hard rock/metal, prog,… Continue Reading →

Niccolò Ammaniti – Fango

Ammaniti è uno che mi fa venire in mente Fabio Volo, vabbè, non esageriamo, o Zerocalcare (che quando usciva Fango aveva tredici anni, ma forse era già un nostalgico degli Eighties che sicuramente aveva vissuto con grande intensità). O quello… Continue Reading →

« Older posts Newer posts »

© 2017 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑