Ormai le discussioni sulla riforma della giustizia e il lodo Alfano hanno la stessa, esplosiva carica di freschezza di quelle sul gol di Turone e sui bug di Bruno VespaWindows 95.

È profondamente incoerente proibire la vendita delle droghe leggere, e non quella dei superalcolici e di Civilization V.

“Nella vicenda planetaria della crisi della democrazia, bisogna rivalutare l’estetica della sconfitta per accendere le luci sugli angoli del dolore sociale e dare la stura al solidarismo rivoluzionario di un nuovo processo dall’aura metafisica che strappi il velo dell’affabulazione berlusconiana”. (Francesco Totti)

[per fan dei Bidols] Ma, alla fine, fa più cacare grattacieli di gelatina ai frutti di bosco in scala 3:1 Ob-La-Di, Ob-La-Da o Revolution 9?

Fa un freddo cazzo, è morto Tom Bosley, la Roma ha perso in casa col Basilea e le riserve strategiche di patate fritte sono esaurite. Manca solo che Misseri mi accusi di complicità nell’omicidio della Scazzi.

[incubi postmodernpeperonmetropolitani] La Pausini che interpreta brani del macellaio del discount sotto casa mentre Tiziano Ferro fa l’esegesi del libro di ricette della Parodi.

[è colpa di Ilvio] Io a dodici anni finivo Ghosts ‘n Goblins con un solo gettone in sala giochi, dribblando i tamarri che cercavano di spegnermi cicche di sigarette sui bulbi oculari. I miei nipotini, maschio e femmina, alla stessa età si divertono come pazzi furiosi a togliere merda dagli zoccoli dei pony sul DS.

Ultimamente metto su in loop fino allo sfinimento il pezzo dello spot Intimissimi cantato da questa sottospecie di pariolino mancato fighettiforme, mi sento come una diciottenne che ha ricevuto in regalo per Natale dai genitori il suo primo vibratore.