Lo spread è riuscito dove opposizione, magistratura, AnnoZero, Repubblica, Famiglia Cristiana, Gianfranco Fini, social network, tumore alla prostata e blogger hanno fallito.

Amato dato tra i probabili ministri. Corro a ritirare gli otto euri rimasti sul conto, prima che sia troppo tardi.

[segnali di grisi] Mio padre quest’anno anziché farsi mandare il calendario di Frate Indovino ha riciclato quello del 1994.

Cose che ormai non vi è più concesso fare in alcun modo.

– Recarvi con mia nonna (o senza di lei, è lo stesso) a un concerto di Roy Orbison.

– Sgranocchiare un Piedone della Eldorado sul registro scolastico durante l’ora di educazione tecnica mentre il prof è intento a disegnare pentagoni regolari, o immerso nella lettura dell’ultimo editoriale di Candido Cannavò per la Gazzetta dello Sport (sapientemente occultata all’interno di una copia di Cuore, a sua volta goffamente nascosta dentro un numero di Le Ore Mese).

– Entrare in un negozio di informatica e impadronirvi brutalmente di un Commodore Vic-20.

– Diventare ricchi fondando una setta religiosa basata sul culto del Millennium bug e che diffonda profezie ipercatastrofistiche sui suoi nefasti effetti per terrorizzare e tenere in scacco la popolazione.

Adoro il mondo delle pubblicità. T’ingozzi di cioccolata e dubbie merendine e invece di diventare un ciccione brufolosissimo schifato da tutti ti trasformi in un campione di surf, marcia, o qualche altro sport, snello e piacente. È bellissimo.