Etta James

Io tra i nomi maschili non ho mai capito Alvise. Cioè, sono di larghe vedute, mi sta bene perfino che uno si chiami Cirillo, Ottorino, Pancrazio o Stanislao… Ma Alvise che mi rappresenta? Come si fa a considerarlo un appellativo plausibile?

“Orrore, è morto un laureato che puliva i cessi della Concordia”. Se avesse avuto la terza elementare sarebbe stato ok?

“A causa del testo della canzone, Alizée veniva identificata come la Lolita del brano” (Wikipedia). Ma guarda un po’, chi l’avrebbe mai detto…

Pubblicità Gillette (traduzione). “Ehi, brutti babbei, si può sapere perché vi ostinate a comprare il nostro vecchio rasoio, invece dell’ultimo modello? Guardate che non è mica così eccezionale come vi avevamo fatto credere, eh. Passate a quello nuovo così faremo più sold… ehm, la rasatura sarà migliore”.

Momenti di panico, terrore e raccapriccio in casa supermiagolator. Esco a controllare se sono arrivate bollette, in ciavatte, scapigliatura alla Robert Smith e con Neutrino ronfante sulla spalla. Il portone del palazzo è aperto. Lo chiudo. Cigolio da film di Dario Argento dei tempi di platino. L’ingenuo micillo fugge disperatamente a velocità Mach 3 in direzione Nomentana. Le agenzie di rating prevedono frittata. E invece lo trovo imboscato qualche siepe dopo a chiedersi il significato della vita, dell’universo e delle ultime dichiarazioni di Marco Pannella, ed effettuo prontamente il recupero, con successo.