Le Olimpiadi Rai: telecronisti che commentano il judo capendone meno di chi sta a casa pronti a infervorarsi per i trionfi della scherma azzurra mentre scorrono le immagini della pallavolo ma sul più bello parte l’ovvio, Hoffaeterno blocco pubblicitario seguito da Art Attack, il TG2, un gossip sulla Pellegrini, un etto di dressage e le domande sceme di Zucconi.

“Bolt ha il cazzo piccolo | Foto” (prossimamente sul Corriere.it).

In realtà Monti si è opposto alle Olimpiadi di Roma dopo aver saputo che durante l’inaugurazione avrebbero messo canzoni di artisti immondi come Baustelle, I cani e Lo stato sociale. Escludendo i suoi preferiti, cioè Nilla Pizzi, Little Tony e Peppino di Capri.

Ormai è innegabile: il governo è spudoratamente al soldo dei poteri forti. Anche il parrucchiere della Camusso, però.

(In Onda di ieri). Brignano (in veste di politologo), Facci e la Ravetto tutti nello stesso studio. Dove sono i meteoriti quando servono?

Quando pensi che al mondo non ci possa essere nulla di più fastidioso del moscone impazzito che ti si posa addosso e sbatte sul monitor ossessivamente, dell’herpes genitale e della morte per stritolamento, ecco che arriva lo spot della TIM a sgretolare imperiosamente tutte le tue certezze.

Non è che se pubblicate vostre foto ogni cinque minuti diventate più belli.