Non è vero che la gente resti sempre uguale e che quindi non valga la pena tentare di riallacciare i contatti su Facebook dopo tanti anni. Le persone diventano perfino migliori, a volte. Una tizia che frequentavo era berlusconiana e ora è iscritta a centoquaranta Donatori di spermagruppi anti-Silvio. Un mio amico da piccolo torturava lucertole e ora clicca “Mi piace” a tutte le iniziative contro la vivisezione. Un altro ascoltava la Pausini e ora condivide video di band indie. C’è un aspetto, però, in cui non sono cambiati, per nulla: tutti e tre scrivono come se facessero ancora le elementari.

Se invece dei millemila servizi sulla Scazzi mandassero previsioni del tempo degli anni 70, snuff movie o comizi di Mastella la qualità dell’informazione s’innalzerebbe vertiginosamente.

“Pier Gino, cosa vuoi fare da grande?” “Mah, direi il clown, il donatore di sperma o il venditore di noccioline.” “Qualcosa di un po’ più serio?” “Beh, pensa che c’è chi campa facendo l’inviato da Londra del Tg1.”

Se Madonna si fosse venduta alle masse come Louise Veronica Ciccone, Shakira come Isabel Mebarak Ripoll e Pupo come Enzo Ghinazzi, ma chi se li sarebbe mai inculati?

[odissea in Terronia] È incredibile il numero di paesini improbabili situati in luoghi sperduti in cui questo bus riesce a fermarsi pur di allungare il percorso. Se continua così passeremo pure per Springfield e Paperopoli.

[odissea in Terronia] Nessuno mi leverà mai dalla testa che la Salerno-Errecì contenga mondi segreti e bonus stage nascosti da qualche parte, come Super Mario.

[odissea in Terronia] Nel sedile davanti un vecchietto si pasticcia col paginone centrale di Libero con le foto zozze della Marcegaglia, mentre in quello di dietro, a giudicare dall’odore, una signora sta azzannando gesùbabbino al forno, o qualcosa del genere.

“Vittorio, piccino bello, parla, di’ qualcosa. Mam-ma. Pa-pà.” “CAPRACAPRACAPRACAPRACAPRACAPRACAPRACAPRA.”

Sono un uomo semplice. Quando mangio sono felice. Quando annuso la benzina sono felice. Quando leggo La critica della ragion pura ascoltando musica dodecafonica sono felice. Quando buco Super Tele ai bambini poveri sono felice.