Ormai la locuzione “analfabeta funzionale”, usata come insulto, è così diffusa e popolare che non vi è praticamente analfabeta funzionale che non la utilizzi di continuo, riferendosi ad altri.

Il top sono quelli che quando ne azzeccano una è per puro caso. Tu dici “oh, finalmente”, poi intuisci il ragionamento che c’è dietro e…

Sono più scemi quelli che “il terrorismo fa pochi morti rispetto ad altre cause, quindi chissene” o quelli che “i media non dovrebbero parlarne”?

Secondo me continueremo indisturbati a flammare sul G8 del 2001, su Giuliani e l’estintore anche dopo che saremo morti, cioè tra poco.

“Solo perché avete preso un treno una volta ora vi ritenete in grado di parlare di disastri ferroviari”.
“Ora di colpo siete diventati tutti esperti di terrorismo internazionale”.
“Adesso vi mettete a discutere anche del colpo di Stato in Turchia? Ah, ah, ah…”.
“Fammi capire, posto che le discussioni sull’attualità non vanno bene perché ovviamente nessuno è adeguatamente informato su tutto quello che succede… Ma tu i social come o per cosa li utilizzi?”.
“Buongiornooooooooooooooo !! Kaffèèèèèèèèèèèèèè???”.

Siamo in estate, quindi, a costo di essere ripetitivi, è necessario ripassare alcuni concetti fondamentali. I piedi umani, purtroppo, sono brutti. Molto brutti. Non c’è niente da fare, siamo nati così, abbiamo altri pregi, a volte abnormi, qualcuno magari è molto bravo nel bricolage, qualcun altro è estremamente abile nel cucinare le uova al tegamino, o conosce a memoria le poesie del Cardarelli, come si sa utilissime nella vita, o magari è un ottimo amico, sempre pronto nel momento del bisogno, ecc. Secondo degli studi effettuati dall’Università del Massachusetts, soltanto pochissimi esseri umani, tutti di sesso femminile, hanno la fortuna di essere dotati di piedi che non siano brutti. Tu, comunque, non sei tra questi.