Vescovi: “Non cacate la minchia con la pedofilia, abortisti comunisti di merda brucerete all’Inferno, W la DC”.
Coro russo: “Forza Ratzy, Padre Pio alé, è ora di basta con queste continue ingerenze della politica nei cazzi del Vaticano”.

Zilvio: “Abbiamo stipato in Piazza San Giovanni cazzigliardi di persone, questura di merda”.
Coro russo: “Aaaaaah, bugiardo, nazZzista, mentitore…” Socialism
Pierbersy: “Ma come si permette. Lo dice la storia: solo la sinistra è in grado di sconfiggere la legge della compenetrabilità dei corpi quando ci sono le manifestazioni, zippando nelle piazze militanti a triliardate…”

Zilvio: “Votatemi e batterò il cancro, costringerò al pareggio l’AIDS e invecchiando ringiovanirò sempre di più, e voi con me”.
Coro russo: “Zììììì, grande Zilvio che a 120 anni ce l’avrà più duro di Siffredi, e noi come lui…”

Bocchino: “Il PdL fa cacare savoiardi e la democrazia interna è a escort, per questo stiamo facendo il Partito di Fini, ma Zilvio in tutto ciò non c’entra niente, eh, mi raccomando, Egli non sbaglia mai nulla, è giusto e santo inside (tengo famigghia)”.
Mentana: “(Aaaaaah, quanto capisco il ‘tengo famigghia’…)”
Coro russo: “(Chi cazz’è Bocchino, chi se ne incula del partito di Fini)”.

Obama: “I have a dream, la riforma sanitaria cambierà il mondo (beh, insieme ai bombardamenti in Pakistan/Afghanistan…)”.
Coro russo: “ZOMG! Christ!1 Jesus!!11 Socialism!!!1234$$5%6&”

Pannella: “Il postriformismo di regime ha cancellato la dittatura stronzocratica antiveganmilitarista che da secoli opprime i consumatori di cannabis privi di scrupoli che picchiano la casta dei vigili urbani…”
Bonino: “Bravo Marco, dai, per oggi va bene, ecco il Valium”.
Coro russo: “Zzzzzz…”