(Solita raccoltuzza di frasi apodittiche e cazzabubbolicità assortite spammate a destra e a manca. Grazie a Tonks per il titolo, ispirato alle note vicende).

Preferirei partorire concorrenti di X Factor, con dolore, che andare a vedere La stitichezza dei numeri primi.

È ora di cambiare. Ratzinger a capo della FIFA, Blatter papa, Feltri al posto di Belpietro (e viceversa) Bocchinoe Bruno Vespa al posto di Bruno Vespa.

Se il balconing dovesse affermarsi come sport nazionale, al posto del calcio, in poco tempo tutti i problemi del Paese magicamente si risolverebbero.

La pubblicità dei Rotoloni Regina fa cacare.

Un giorno l’Unione Europea ci obbligherà tutti a cambiare nick almeno otto volte al giorno.

Gli esseri umani dovrebbero cominciare a prendere in considerazione l’idea che non ci sia necessariamente qualcosa di aberrante nel fatto che gli altri, dal vivo, spesso non corrispondano ai modellini che di loro si erano fantasiosamente costruiti bazzicandoli su internet.

Tra cent’anni il pupazzo Uan verrà ancora ricordato e omaggiato, e voi no.

Se tutti i cantautori che non vendono (più) una zucchina lessa — tipo Marco Ferradini, i Jalisse o Tiziana Rivale — cominciassero a comprarsi i dischi che fanno a vicenda, potrebbero finalmente uscire dal tunnellellellel e (ri)vedere la luce delle classifiche.

Bella la nuova scheda grafica, e silenziosa. Io però l’avrei fatta un po’ più grandicella, così mi occupa solo mezzo case del PC…

Dopo quante tazzone di caffè assunte nell’arco di ventiquattr’ore uno dovrebbe cominciare a orbitare intorno al Sole, o trasformarsi in Beppe Grillo, approssimativamente?

Andrebbe dato molto più spazio a Paperoga.