Un po’ di fatti più o meno recenti relazionati a quanto sentito in giro. Vediamo se ho capito bene come gestire il fattore I. Quando devo indignarmi, quanto, come, perché.

Fidel Castro viene in Italia, oooooh, scandalo, ma come ora accogliamo anche i dittatori, che figura ci facciamo con l’estero, ecc. Gheddafi viene, ci caca in bocca con quadruplo salto mortale ogni volta, ed è stupendamente ok, di quello che pensano gli altri non ce ne fotte niente, chisseneincula se è un dittatore, gli accordi vantaggggggiosissimi, gli diamo pure uno straculo di soldi (a lui, eh, un dittatore con i cessi d’oro, mica ai contadini libici per direttissima) come risarcimento, ma come siamo buoni, chi si lamenta (compreso Lupi)(!) non capisce.

Delle tizie che campano, sostanzialmente, facendo le belle statuine in giro a seconda delle richieste del mercato vengono pagate per andare ad ascoltare robe sul Corano e a gonfiare l’ego di un cocainomane: vergogna, ma come, l’immagine femminile irrimediabilmente svilita, basta con questi mestieri sessisti basati sull’avvenenza fisica, che vadano in fabbrica a dare via il culo o in un call center, vuoi mettere la dignità.

Silvio (che com’è noto ha il dono della sincerità) dice finalmente che la cultura islamica è inferiore, Calderoli porta i maiali a pisciare sui luoghi di culto e indossa magliette per sfottere i musulmani (morti e feriti a Bengasi), la civiltà occidentale è in decadenza se li lasciamo fare ci assorbiranno, eh ma loro possono predicare da noi ma non c’è reciprocità, ma siamo pazzi a costruire una moschea a Ground Zero, non può essere che una provocazione, mica la fanno perché gli è utile e c’è libertà di culto nooooo, e poi ce n’era solo un’altra là vicino causa di tali disordini che nessuno l’aveva notata, cacciamo gli immigrati arabi, ma quale Islam moderato sono tutti terroristi, a morte il kebab invasore. Un ex terrorista che ci aveva preso a missilate arriva a predicare il suo credo con tamarrate megagalattiche, effetti speciali, e dice che vuole convertirci tutti, l’Europa deve diventare musulmana: improvvisamente le menti si aprono, si spalancano, si illuminano, ma che male c’è, macheffigata che uno venga da lontano a mostrarci la sua cultura e a diffondere la sua religione…

Bossi (che almeno ha la scusa dell’ictus) invita la gente a prendere i fucili (massimo risultato finora: la comica okkupazione del campanile di San Marco), vergogna, antidemocratico, le parole sono importanti, la Lega incita all’odio e alla violenza. Di Pietro, a proposito di un avversario politico (condannato in appello, orribile umanamente, giustissimo e condivisibilissimo contestarlo, finché non gli si impedisce di parlare), invita i seguaci a “zittirlo”, “cacciarlo dalle piazze” perché “deve stare in galera” (ma la toga non se l’era tolta?): maddai si capiva benissimo che non voleva dire quello che ha detto, anzi, ha ragggione, anzi dovremmo lanciargli diarrea a secchiate sulla schiena mentre parla, no, meglio in faccia come massima prova di democrazia, ma che stamo ancora a guarda’ alle forme, ecc.

To be continued.