Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Tag

francia

Io, Daniel Blake

Daniel Blake morirà, lo si intuisce fin dalle prime battute del film, e si capisce benissimo anche chi sarà ad assassinarlo. No, il maggiordomo è innocente, a premere il grilletto è ovviamente stato il neoliberismo galoppante. Sì, certo, è anche… Continue Reading →

Gli amori di Astrea e Céladon

 Astrea e Céladon

L’Astrea di Honoré d’Urfé, in versi e prosa, è il primo “romanzo fiume” della letteratura francese. L’opera è talmente prolissa che il suo autore non riuscì a vivere sufficientemente a lungo da completarla e fu necessario allo scopo il torrenziale intervento del suo segretario, tale Balthazar Baro. Il successo di questo caposaldo del barocco fu a tratti insostenibile, anche se il cinema, fino alla trasposizione di Rohmer (anno 2007), lo ha stranamente un po’ snobbato. La storia ruota intorno alle equivoche disavventure di

Italia qualificata, Berlusconi non porta (più) sfiga?

Italia vs Francia

Azzurri che passano in vantaggio con Pirlo su rigore, mentre Huntelaar dopo 96 occasioni consecutive manda in goal l’Olanda. De Rossi fa il bis, e Van Persie lo imita sull’altro campo. Sfatata la tradizione negativa che vuole la Nazionale deludente quando Silvio è al potere. Donadùn stavolta cambia poco e ripropone il 4-3-1-2 che ci ha permesso di incamerare il pareggiotto contro i rom. Il veltroniano coach punta decisamente sul calciatore più butterato dell’universo, ma anche su un Perrotta nell’improbabile

L’Italia campione del tonno è fuori

Italia

Che importa dell’inflazione galoppante dei decessi sul lavoro provocati dall’inquinamento delle intercettazioni ambientali senza sosta che creano buchi abnormi nel bilancio che Tremonti deve riempire ma poi al governo arrivano i comunisti e tutto va a puttane allora incarceriamole. Non pigliamoci per il qulo. L’Itaglia campione del tonno è fuori. Ori, ori, ori (effetto eco). È del tutto evidente infatti la torta che verrà simpaticamente sfornata dalle avversarie mafiapizzatransalpiniche nel prossimo match.

Sondaggisti transalpini ciccioni (L’uomo medio + medio, trama inside)

Jalil è un ciccione che vince un quiz televisivo particolarmente molesto e idiota. Presto in lui viene in qualche modo identificato il perfetto francese medio, e questo gli fa vincere una casa zeppa di prodotti da testare e di telecamere nascoste, oltre a quella gran topa diCaroline Dhavernas (ulteriore conferma di come nel ’78 la produzione internazionale di tope abbia toccato vette forse inesplorate prima). Costea si arricchisce ridanciana alle sue spalle, ma poi si scazza improvvisamente di dover mentire, ecc.

© 2017 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Theme by Anders NorenUp ↑