Tag Libia

L’inevitabile post su Gheddafi

Gheddafi con la Carfagna

Gheddafi è uno di quei personaggioni immortali che ci accompagnano da sempre, per via di un successo straboccante prematuramente ottenuto in tenera età, e poi sapientemente amministrato nel corso dei millenni successivi. Sempre ben oliato, abbronzato e impomatato, sempre con quell’aria strafottente e un po’ sorniona da supereroe dei fumetti ben sfuggito ad attentati, malattie, risoluzioni ONU, bombette e bombardamenti vari. Ci si aspetta ogni volta di vederlo estrarre all’improvviso un microfono o una chitarra

Respingimenti, Pedosilvio poco multietnico, Lega trollona

Libia respingimento

Cercare di fermare la multietnicizzazione galoppante della società è un po’ come opporsi alla pioggia, alla morte per vecchiaia o alla figa. La Corte Europea dei diritti dell’uomo ha già condannato l’Italia per il caso di un povero e abbronzatissimo tunisino, tale Essid Sami Ben Khemais, impacchettato e rispedito in patria non curandosi delle atroci e inumane torture che ivi avrebbe subito. La sua connazionale Mamouni Mubraka ha invece preferito il suicidio al rimpatrio coatto dopo trent’anni. Perfino un

© 2020 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑