Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Tag

magistratura

Tinti e la separazione delle carriere

De Magistris

Ho letto sull’Antefatto l’articolo di Brunone Tinti relativo a questo spinoso tema. I miei studi giuridici a un certo punto si sono interrotti (cambio di facoltà) ma mi pare che, sbirciati anche un po’ di commenti al pezzo, senza alcuna pretesa di esaustività o altro, si possa asserire che: 1) Il paragone con la classe medica è completamente sballato. 2) Nonostante quello che dice Tinti, nella pratica il PM acquisisce una mentalità accusatoria. Non mancano ovviamente i casi in cui il pubblico ministero chiede l’archiviazione

Sentenze che fanno male

Giustizia

Quella di Spaccarotella e l’altra, dei poliziotti che hanno massacrato Aldrovandi. Storie nelle quali sembra che i giudici annaspino in uno stato quasi extracorporeo di sudditanza psicologica di fronte a individui che, per incomprensibili ragioni, si trovano a indossare una luccicante divisa. (Sì, so che a molti sembrerà inconcepibile ma, forse, esiste la libertà di criticare singole sentenze — ed eventualmente financo la magistratura nei suoi atteggiamenti più corporativi — senza che ciò significhi in automatico

Stuprare a inizio legislatura conta di meno

forcone

Ho come la vaga sensazione che siano tornati in auge gli stupri, i quali tanto furoreggiavano qualche tempo fa. Segno che la necessità di fare audience supera anche i biechi calcoli di convenienza politica. Si stupra anche quando c’è Silvio al governo, insomma. Con buona pace di Paolo Del Debbio e scendiletto consimili, sebbene violentare a inizio legislatura incida innegabilmente di meno che farlo a pochi mesi dall’apertura delle urne che contano. È evidente — ed è spiegato *ene in questo articolo del Corriere

© 2019 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑