Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Tag

narrativa

J. D. Salinger – Il giovane Holden

La prima volta una ventina d’anni fa. Le anatre al parco che non si sa poi dove cazzo vadano a finire (io un sospetto ce l’ho). Lui che in poche ore parla con la gente, si agita, s’infervora, non si… Continua a leggere →

Paola Capriolo – Il doppio regno

Romanzo esistenzialista chiaramente derivativo, anche se non privo di qualità, una sorta di mix tra Kafka (personaggi puniti con grottesche modalità per oscure colpe commesse, il loro mondo regolato dal capriccioso volere di imperscrutabili burocrazie, in questo caso “le regole… Continua a leggere →

Stefano Benni – La compagnia dei Celestini

«”Chi non è mai stato nel silenzio di una notte australiana, non può sapere cos’è il silenzio di una notte australiana,” scrisse il famoso esploratore scozzese Angus Mac Donald. Non era mai stato in Australia, e non riuscì mai ad… Continua a leggere →

Il vecchio e il mare

Hemingway non mi convince pienamente, sì, lo so, chi sei tu, luigiruffolopuntoit, ah, ah, ah, ma l’ha detto anche qualche critico di prestigio (o almeno era considerato tale prima di assumere questa chiacchierata posizione), e non mi sono bene informato… Continua a leggere →

Aldous Huxley – Giallo cromo

 Aldous Huxley

“Ogni volta che ha dovuto scegliere tra l’uomo ragionevole e il pazzo, il mondo ha sempre seguito il secondo senza esitare. Perché il pazzo lusinga quello che è fondamentale nell’uomo, le passioni e gli istinti; la filosofia non si rivolge che a ciò che è superficiale e superfluo: la ragione.” (Da una nota pubblicità automobilistica) Trovai tantissimi lustri fa questo libro in una bancarella dell’usato, non so se avete presente quelle romane fetide e malfamate, circondate da un inebriante e

© 2018 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑