Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Tag

renato brunetta

Brunetta e i tagli alla cultura

Renato Brunetta

È un po’ che l’amato Renato sbraita più del solito per ottenere quell’attenzione in grado di fargli dimenticare per qualche ora la sua triste condizione, quindi negargli un post sarebbe a dir poco anticostituzionale. Si pensi che l’altra sera a Controcampo una timida semibattuta di Mughini (!) sul ministro in questione ha generato momenti di autentico gelo siberiano in studio (immagino che verrà epurato già dalla prossima puntata, come la topa che ha fatto sgusciare via dal vestito il capezzolo malandrino).

Nessuna notizia

Gatto feroce

Ore 10, 11 minuti primi e 12 secondini, sono atterrato or ora sul molleggiante pianeta comunemente soprannominato Terra e mi guardo intorno con l’ausilio di otto teste, trentacinque alluci, undici trombe d’Eustachio, mezza lombata di bue e sedici etti di bulbi oculari ben rosolati con aggiunta di spezie ed erbe lucane appena raccolte, grazie. La popolazione indigena qui è strana, e, diciamocelo, anche un po’ puttana. Urla, si contorce e si lamenta in continuazione per i motivi più disparati, ma in particolare per

© 2019 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑