Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Tag

social network

Ho perso la verginità su Twitter, per errore

brownhills miner

Chiudere il blog. Aprire il blog. Cambiare trecentoventisette template. Spammare selvaggiamente negli altri blog per aumentare la popolarità. Partecipare a un aggregatore di notizie. Passare i pomeriggi a studiarsi il funzionamento dell’algoritmo. Truccare l’aggregatore. Allearsi con altri utenti per flammare con chi riesce a stuprare l’algoritmo in maniera più efficiente. Partecipare a un concorso per blog. Perderlo malamente. Attaccare i giurati accusandoli di aver favorito il blogger incapace che sta troppo sul cazzo. Trollare

Social network: il punto della situescion

Social network

Sono in fase decisamente sperimentale ed esplorativa per quanto riguarda l’uso di questi portentosi strumenti di asocialità. Twitter ha recentemente fatto il botto a livello interplanetario, nonostante il passante italiano medio si ostini a non cacarselo, preferendogli Facebook. Inizialmente fui schifato da codesto social network cinguettante ordinarie stronzate (pensavo), per poi promuoverlo al rango di simpatica curiosità. Ora mi appare invece un’eccellente alternativa alle più impegnative e

I bambini sono gli stronzi del futuro

birra

Uno degli aspetti più evidenti della decadenza della civiltà occidentale (ma forse anche di quella orientale, cazzoneso) è dato da una certa ostentazione quasi maniacale di cinismo, sfoggiato a piene mani un po’ ovunque. Ma che in internet (date le note caratteristiche del mezzo che non elencherò) trova la sua culla ideale per crescere e riprodursi incontrollatamente. Il fenomeno nasce forse in contrapposizione a un certo pietismo di maniera, degenerazione del cristianesimo (e non solo… famo del cattocomunismo, via).

© 2019 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑