Tag sud

Gregor Samsa meets gomorra

Fortapàsc

Fortapàsc è uno degli innumerevoli film italiani nei quali un cittadino, di solito un giornalista o un magistrato, insomma una persona normale come tutti noi, ma un po’ più fiera di noi, un giorno, invece di continuare a contarsi i suoi miserevoli cazzi quotidiani, comincia quasi inconsapevolmente a lottare la mafia, o un’altra organizzazione criminosa equipollente più grande di lui. Le opere di questo tipo solitamente iniziano con una struggente e triste canzone, che già fa presagire il

Qui. Non succede mai nulla

Fichi d'India

A parte qualche ex vicino di casa che, per ignoti motivi, decide avventurosamente di perire, questa la massima novità alla quale si può aspirare per battere la noia mentre il sole spacca (giustamente) pietre destinate un giorno, chissà, ad abbeverarsi alle rosse acque che probabilmente dissetano i microorganismi marziani del piacer. Purtroppo questo paesone sospeso esattamente a metà tra apatica arretratezza (soprattutto mentale) e morbido benessere consumistico non ha nulla da raccontare, non più i vicoli infarciti di lentezza

© 2020 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑