Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

Tag

terremoto

Charlie Hebdo e i terremotati

La vignetta di spiegazioni non aggiunge molto alla prima: che volevate che dicessero, “stiamo perculando i morti”? Ovvio che ci fosse dietro un senso di quel genere (almeno ufficialmente, poi in realtà magari è solo voglia di fare casino saltando… Continua a leggere →

Ancora nessuna notizia degli italiani

Busi

Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti. Continua a purgarti.

Chiappa a chiappa, il supermegamaxy spot abbbruzzese

Corteggia un tuo simile

Un’attesa che manco il Superbowl o la preannunciata discesa degli alieni in Piazza San Pietro. Le riserve strategiche mondiali di cerone messe pericolosamente in pericolo. L’omino sprofondato nella poltrona che si lamenta di tivù e belpietri a lui ostili. Dell’esagitato pluralismo presente nel Piddielle, sette partiti, trecento membri, ottomila maggiordomi. Quarantacinque minuti di spot sulle C.A.S.E. trentine della Croce Rossa marchiate a tempo di record col bollino chiquita del governo del fare.

Non euri (ai terremotati), ma opere di *ene

Crocerossina sexy

Negli ultimi giorni è esplosa una gigantesca polemica tutt’inciorno a un travolgente articolo ospitato — e non scritto — da Gennaro Carotenuto, giornalista, storico e Maestro di vita d’indubbia fama internazionale, in genere capace di sprigionare ovvietà e noia da ogni pixel (viva l’amicizia tra i blogger). Questo tale sostiene appassionatamente di non voler sganciare nemmeno un rublo in favore dei terremotati, perché ci deve pensare lo schdado, io pago le tasse e i politici rubbano senza sosta, l’Itallia

AnnoZero, terremoto, polemiche a più non posso

Terremoto L'Aquila

L’altro giorno tenevo di sottofondo Santoro, registrato in assoluta autonomia decisionistica dalla tivvù fastwebbara, come sempre, la puntata sul terremoto. Epperò mi sembrava tutto normale, non mi si era acceso il rilevatore, la spia anale che indubitabilmente ti avverte che proprio su quell’edizione (e non su un’altra, dai toni e dagli ingredienti apparentemente molto simili) si abbatteranno i tuoni, i fulmini e le saette istituzionali, e ancora porteaporte e distruzione per giorni e giorni, e le polemiche

© 2019 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑