Padre Bio era un giovane nerd reincarnatosi per errore (con le mani bucate e tutto) nel XIII secolo, un XIII secolo diverso da come siamo abituati a immaginarlo. Padre Bio spendeva molto per le sue possibilità, forse troppo, e per mantenere il suo tenore di vita Sbronziera costretto a fare miracoli. Letteralmente. Purtroppo Padre Bio non era più quello di un tempo, non sempre le magie gli riuscivano col buco.

Se gli presentavano uno storpio, e lui lo miracolava, era probabile che questo oltre a non guarire diventasse anche cieco e sordo, e gli cascasse il cazzo in una pozza d’acido profondissima, in modo che non fosse più possibile ricucirglielo. Se gli paravano dinanzi gente sana come un pesce, questa si ammalava di tumori devastanti e malattie infettive incurabili un secondo prima sconosciute alla scienza, e pure alla fantascienza.

Padre Bio era disperato e non sapeva più cosa fare, la gente bussava alla sua porta armata di torce e forconi per ottenere un giusto processo, breve soprattutto; e lui si difendeva come poteva facendo sugli aggressori miracoli per renderli zoppi o storpi ma non poteva durare. Padre Bio fu catturato e, dopo un’agile e democratica discussione, messo a morte. La debolezza dovuta al sangue marcio che gli colava dalle stimmati e lo scazzo cosmico esistenziale, oltre al gran numero di assalitori inferociti, non gli permisero di danneggiare seriamente questi ultimi, anzi, più cercava di far venire loro dei mali, più finiva per guarirli o renderli immortali, o comunque più biondi e snelli.

Ma un attimo prima di morire arso vivo per i suoi orrori di gioventù Padre Bio riuscì ad automiracolarsi correttamente, proiettandosi nel XXI secolo. Un XXI secolo simile a quello che conosciamo, con i grattacieli, i viaggi intergalattici low cost, l’IRAP, l’IRPEG e tutto il resto. Qui Padre Bio, spaesato, ancora una volta per sopravvivere fu costretto a darci sotto con i miracoli, acciuffando subito l’attenzione di mass media e governi.

Padre Bio divenne velocemente cantante, anche se non sapeva cantare, ballerino, anche se non sapeva ballare, opinionista, anche se non aveva opinioni su alcunché. Pornodivo in carriera, anche se. Il fatto che potesse operare miracoli a piacimento gli generava molta curiosità attorno, ma l’amara constatazione che essi non gli riuscissero proprio a modino dopo un po’ annoiò l’opinione pubblica; e Padre Bio con le mani bucate fu gettato nel dimenticatoio e ripescato alcune volte solo per programmi nostalgici imbecilli, insieme al pupazzo Uan, a Fanny Cadeo e alle tette cadenti di Sandy Marton.