Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui

In visita alla signorina Clementina

Questo episodio, lo noterete, mi è rimasto impresso, più di altri, sulla carta maggiormente significativi. In qualche modo la signorina Clementina fu la mia prima vera insegnante. Era già passato molto tempo dall’ultima volta che mi era apparsa, prima dei… Continua a leggere →

In morte di un utente storico

È successo. Ciao Pasta. Povero Pasta. Pastina, anche detto. Non ci siamo mai cacati granché in questa vita, per la verità, forse per questo non ci siamo neanche mai flammati, almeno che io ricordi, almeno non con questi account. Non… Continua a leggere →

L’ipotesi che Diego Armando Maradona non sia più in vita comincia amaramente a farsi strada dentro me

«Maradona avrebbe potuto fare, vincere e dimostrare molto di più ma la droga e lo stile di vita sregolato l’hanno rovinato». Sta venendo dato troppo rilievo invece a questa considerazione (basata anche peraltro su quella sua famosa intervista). Avrebbe potuto… Continua a leggere →

Su invidia sociale, meritocrazia e “familismo amorale” in Italia e nei media (contiene: Feltri vs Boldrini)

Uno dei problemi del nostro Paese – ma direi dell’attuale e tanto odiato sistema capitalistico – è il mancato funzionamento, in troppi casi e àmbiti, del fantomatico ascensore sociale e il montare incontrollato dell’invidia (sociale pure essa) connessa anche a… Continua a leggere →

Stringer

Appena rimessolo su il pensiero dominante è: «Ma perché non gioco a Hill Climb Racing 2 su Android come tutti i nerd normali, invece di perdere quarti d’ora cruciali appresso a ‘sta roba che ormai ha fatto decisamente il suo… Continua a leggere →

Muscarine or Erica’s Trip

Questo illusorio titolo nasce col malcelato intento di entrare nel Guinness dei primati nella categoria «avventure punta e clicca più fuori di capoccia di sempre». Sarà riuscito il prode Rainer Appel, che ne è il sostanziale creatore, il cantore oserei… Continua a leggere →

Francis Scott Fitzgerald – Il grande Gatsby

Se ci pensate, la vita di uno scrittore (di quelli veri, che poi finiscono per essere studiati, diciamo, non l’amico vostro che ha scritto un libro e si bulla perché è duecentoquarantanovesimo in classifica su Amazon nella speciale categoria «romanzi… Continua a leggere →

Aliceversa – Ore disturbate

È il disco col quale mi sono trastullato peccaminosamente (perché fa parte di quegli “underdog” sui quali, per qualche strano motivo, mi accanisco con fare irragionevole, mentre gli altri ascoltano per tempo le uscite chiacchierate che si devono ascoltare, e… Continua a leggere →

Blast Zone! Tournament

Blast Zone! Tournament sarebbe il seguito di chissà quale altro clone di Bomberman precedente, o comunque parte di una serie. Un tizio su YouTube è riuscito, non so come, a farci un video di quasi un’ora e mezza. Durante la… Continua a leggere →

Lazy Jones (Kernkraft 400 e contese legali incluse)

Lazy Jones arrivo a capirlo, a coglierlo in alcuni, decisivi aspetti solo oggi. No, non è tanto il fatto del “metavideogame” (Bill Scolding di Sinclair User era preoccupato che la Terminal Software, spinta dall’eventuale successo del titolo, potesse lanciare un… Continua a leggere →

La fantastica signora Maisel (prime tre stagioni)

La fantastica signora Maisel sarebbe probabilmente la migliore serie televisiva di sempre (vabbè, più o meno) se le serie televisive durassero soltanto un episodio. Visto che non è così, succede quello che era prevedibile succedesse, dato che l’autrice è la… Continua a leggere →

Anthony – Pools of Sorrow, Waves of Joy

Come si sarà intuito, non sono una persona dai gusti e dai percorsi proprio lineari. Motivo per il quale la discografia di Lucassen (Ayeron, i tantissimi album nei quali invita a suonare pure mio nonno, e quello immancabilmente accetta, ecc.)… Continua a leggere →

MinuteQuest

Questo non sarà probabilmente un pezzo del quale andrò orgoglioso orgoglioso, e neanche un pezzo molto argomentato argomentato, e nemmeno un pezzo. Ma va fatto. Per una questione, diciamo, di igiene. Di decoro istituzionale. MinuteQuest è fondamentalmente un idle RPG… Continua a leggere →

Lazer Wheel

Qui il discorso è in parte simile a quello dell’appena maltrattato Star Soldier. Il “recupero” da parte mia si deve non proprio a un’ossessione insensata legata agli strani modi di operare del cervello umano. Ma più al richiamo della foresta… Continua a leggere →

Topolino (libretto) numero tre

Prima copertina con Paperino (qui in versione particolarmente compressa, paperinesca e preoccupata, e con una canna da pesca in mano, il retro offre uno spaccato inquietante), prima dedicata ai paperi in generale. La vicenda di Eta Beta (in realtà come… Continua a leggere →

« Articoli precedenti

© 2021 Opinioni psichedeliche, sentenze ineducate e altri stoltiloqui — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑